Presepi, forconi e panzerotti

Immagine

Bari borgo antico, ore 12.

Passeggiando, alla ricerca di presepi e dopo averne visitati alcuni, chiedo a una signora:

«Mi scusi signora, per caso ci sono altri presepi in questa strada?»

«No signorina, avete visto quello del Carmine?»

«Sì»

«E allora qui non ce ne sono più»

«Va bene signora, la ringrazio. Buona giornata» 

Pochi secondi dopo, la signora mi richiama:

«Signorina venite, venite. Vi faccio vedere quello di casa mia»

La signora mi ha aperto le porte di casa sua, mi ha mostrato il suo presepe e mi ha offerto, un panzerotto fritto, APPENA FATTO.

Buonissimo, naturalmente.

Al di là del gusto e della bella esperienza, c’è un messaggio forte in questo episodio.

Possiamo essere tutti amici, sempre e in ogni situazione.

Possiamo condividere con tutti, anche se estranei, le nostre intimità.

Le nostre case, le nostre vite.

Se riuscissimo a farlo, su scala globale, forse qualcosa cambierebbe.

E non ci sarebbero forconi, ma tante… tante forchette!