Felicità

concert-2527495_960_720

La felicità è l’odore di cose buone, il piatto pronto in tavola, il rumore dei morsi croccanti, il vino che si versa.

La felicità è il colore del tramonto, da soli e in compagnia.

La felicità sei tu, che esisti, sei da qualche parte, ma ancora non so dove.

La felicità è papà che legge il giornale, e intanto prende il sole.

La felicità è: «Prego, faccia prima lei».

La felicità è un bacio inaspettato.

La felicità è Metro Saint Paul “prochain train dans une minute”.

La felicità è lo spritz, con le patatine, i taralli e le olive.

La felicità è raccontarsi i segreti tra amiche, e ridere, e darsi consigli.

La felicità è un vestito bello, magari blu o forse verde.

La felicità è una videochiamata Skype, contro ogni fuso orario, con qualcuno che vive dall’altra parte del giorno.

La felicità è “ricorda di fare il chek in”.

La felicità è «Chiamami, non sai cosa è successo!»

La felicità è una notifica. La notifica della vita.

La felicità è “oggi non sono felice, ma presto andrà meglio”.

La felicità è sentire la musica dall’auto di mio fratello e capire che sta rientrando.

La felicità è prendere mamma dal lavoro e poi andare in giro per negozi.

La felicità è trovare parcheggio in centro, di sabato sera.

La felicità è “oggi ti ho visto, Dio quanto sei bello!”

La felicità è Natale, quando nonna prepara le cartellate.

La felicità sono le tue carezze.

La felicità è sapere. Oppure cercare, quando non si sa.

La felicità è restare in silenzio.

La felicità è una busta di giuggiole, patatine fritte e altre schifezze.

La felicità è una storia da raccontare. O da scrivere.

La felicità è vincere sulla burocrazia.

La felicità sei tu, quando mi chiami e mi dici che ti manco.

La felicità è ricordarti, in qualche angolo della città.

La felicità è una poesia di Catullo che sappiamo a memoria. E non perché ci hanno costretto ad impararla al liceo. Perché è bellissima, solo per questo.

La felicità è una parola, come “grazie”.

La felicità è andare ai concerti e tornare a casa senza voce.

La felicità è una stanza piena di quadri, in un museo.

La felicità è un letto grandissimo.

La felicità è accogliere chi ha bisogno.

La felicità è ascoltare qualcuno che ami, mentre suona il pianoforte.

La felicità è la salsedine che si asciuga sulla pelle, da giugno a ottobre.

La felicità è una lotta continua e determinata contro gli stereotipi.

La felicità era quando, nelle feste in famiglia, c’eri anche tu.

La felicità è commentare la finale di Sanremo.

La felicità è leggere un libro e desiderare di incontrare i protagonisti della storia.

La felicità è un attimo che dice: «Madame, bonjour»

La felicità è: «Salve prof!»

La felicità è piangere al cinema.

La felicità è la curiosità dei bambini.

La felicità è molto più che una giornata dedicata, ma non è forse in un giorno che si inizia ad essere felici?

 

3 pensieri su “Felicità

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...