Un incipit è per sempre

Nonostante i dati statistici sui lettori nel nostro Paese siano spesso sconfortanti, su Instagram sono tantissime le “community” dedicate alla lettura e ai libri. C’è chi recensisce grandi classici, chi si diverte a estrapolare citazioni e passi famosi, chi consiglia nuovi libri e chi incoraggia autori emergenti. Instgram sembra, insomma, un’isola felice per i lettori e gli amanti dei libri.

In questo universo variegato di pagine e di blog, c’è un profilo che si chiama INIZIA COSÌ e che condivide l’incipit dei romanzi e delle raccolte poetiche più belli e famosi di sempre.

thumbnail_IMG_2461

Iniziacosì è una piccola comunità, nata da pochissimo con lo scopo di promuovere l’amore per la lettura, partendo proprio dall’inizio. Infatti, come si legge nella descrizione del profilo, in ogni libro c’è un nuovo inizio e un incipit è per sempre!

thumbnail_IMG_2911

 

Sul profilo, poi, è possibile rispondere a brevi sondaggi sulle nuove uscite o sui consigli d’acquisto e di lettura o partecipare a divertenti quiz su autori, personaggi e trame di libri. Uno degli ultimi quiz – il più facile! – è stato dedicato a Italo Svevo e ha portato a condividere l’incipit de “La coscienza di Zeno”. Un’ottima occasione per rileggere un romanzo che si studia all’ultimo anno di scuola superiore, in una prospettiva più serena e senza il timore di essere interrogati!

thumbnail_IMG_2912

Nelle stories di iniziacosì è possibile, infine, proporre libri, incipit o autori che potranno poi essere condivisi dalla pagina.

 

Microracconti senza nome, #3

microracconti-senza-nome-3
C’era una volta, in un oceano incantato, un pesce di nome Martino.
Era arancione, con delle striature bianche; amava salire in superficie per guardare il cielo.
E gli altri pesci lo prendevano in giro e gli dicevano che prima o poi avrebbe corso qualche guaio.
Ma Martino era veloce, sveglio.
Lui voleva solo immaginare.
Una mattina, però…
«Basta leggere! Fila a fare i compiti!»
«Mamma aspetta, voglio sapere cosa succede al pesce Martino»
«Stai tirando troppo la corda. Fila a fare i compiti!»
E questa è la storia mai letta del pesce Martino, che fu preso da un amo mentre guardava il cielo, al mattino.