MICRORACCONTI SENZA NOME, #14

formica

Una mattina, nel giorno del suo decimo compleanno, la formica Erry uscì felice, alla ricerca di auguri.
Con grande dispiacere, però, trovò il villaggio deserto e nessuno con cui parlare.
Allora scelse un fiore meraviglioso, vi si adagiò e prese la sua chitarra. Con voce malinconica, cantò un verso che diceva così: «Oggi è il mio compleanno, tanti auguri a me».
Ma nessuno rispondeva. Tutto intorno era silenzio.
Allora Erry la formica prese la strada del ritorno. «Oggi è il mio compleanno e nessuno se n’è ricordato», diceva tra sé con aria triste e desolata.
Rientrato in casa, sentì un gran vociare. Urla e clamore provenivano da ogni stanza.
Si affacciò nel salone e vide tutti i suoi amici. Lo aspettavano da ore con coriandoli, regali e dolcetti.
«Ah povero me, sciocco e frettoloso!» disse Erry. «Cercavo gli auguri seduto su un fiore, ma eran già vicini, festosi e pieni d’amore!»
Così la formica Erry, nel giorno del suo decimo compleanno, imparò che a volte per essere amati, basta guardarsi intorno.

A Natale puoi…

QUALSIASI  COSA  TU  VOGLIA  FARE,  FALLA:  A  NATALE  PUOI!

A Natale puoi mangiare. Come se non ci fosse un domani. Dolci, panzerotti, spaghetti nella notte. E poi di nuovo cartellate, pandoro e pannettone. Vino, grappa e birra. Natale è fatto per non pensare alla dieta, perché tanto ci sono le feste e si mangia. E allora si mangia, per approfittare del fatto che la regola è mangiare e che alla dieta si penserà più in là. Quando le feste saranno finite e bisognerà bruciarle.

A Natale puoi ricordarti che è Natale. Quando cammini e ci sono luci e decorazioni ovunque. Quando torni a casa e, ancor prima di toglierti il giubbotto, accendi le luci dell’albero di Natale.

A Natale puoi desiderare momenti di romanticismo, perché è Natale. E sarebbe bellissimo essere in due. E senza bisogno di essere a Parigi, ogni angolo della città offre scorci meravigliosamente luccicanti.

A Natale puoi giocare a carte e organizzare cartate. E i giochi sono sempre gli stessi, quelli dell’anno precedente. Ma, come ogni anno, le regole non si ricordano e vanno ripetute. E si cambia casa, compagnia, ma l’importante è che ci sia quel panno verde sul tavolo!

A Natale puoi… quest’anno sono single: me la spasso e ho un regalo in meno!

A Natale puoi vivere il dramma dei regali da fare. Perché mancano le idee e il tempo. (E questa è solo la migliore delle ipotesi)

A Natale puoi… accidenti! E’ già Natale e ancora non sappiamo cosa fare a Capodanno!

10513496_1049268818432569_1775885966280464268_n

A Natale puoi dire che a Natale siamo tutti più buoni e così auguri a tutti!